E lasci tutto com’è.

In quest’ultimo periodo ho viaggiato molto, e ho notato che molte persone mi danno 30 anni e forse più. Ne ho appena compiuti 26, e non ho mai capito se fosse un complimento o un’offesa.

Beh, mi hanno detto di stare tranquilla,  non ho le rughe da vecchia ma “your attitude and the way you address people is so mature”. Grazie,  pensavo io, sentendomi donna vissuta. Emmobasta, aggiungo adesso, dopo due birre e tre tequila.

Voglio avere 26 anni, e fare le cose che si fanno a 26 anni. Voglio truccarmi e sculettare e lanciare occhiate infuocate che da sotto il rimmel colpiscano il cuore e le mutande di chi mi guarda.

Invece no, non lo farò, perché sono strana. Molta gente anonima lo dice quando invece non lo è. E io, purtroppo, sono strana davvero,  contro ogni mia volontà.

Sono strana per vari motivi.

Ho capito di me, che sono un equilibrio perfetto di cose imperfette. Sono quella moneta che volteggia su se stessa furiosa ma non sa su quale lato atterrare. Perché io ho dei limiti che detesto e mi hanno sentire il terrore,  ma che ringrazio di avere altrimenti non sarei coraggiosa. Ho paura del buio e dall’alto dei miei 26 anni ( c è chi dice 30) dormo ancora col pelouche, eppure mi accingo di notte a camminare da sola su spiagge isolate, io e la mia birra. So che i miei valori sono diversi da quelli degli altri,  che i rapporti non dettano condizioni,  che certe amicizie sono più limitanti di alcuni matrimoni e io non sacrifico la mia libertà. Eppure, spezzate le barre di quella gabbia che tanto mi opprime, non riesco a dimenticare l’odore dell’amore che custodiva. Amo me stessa, e odio questo amore che può semvrsre arroganza e  a volte lo è ma a volte non è.

Non riesco a staccarmi dalla tristezza, e se una persona non può evitare di essere triste può per lo meno rindere in faccia al male e berci su. E se e vero che alcune lacrime son necessarie, altre sono decisamente superflue. E non piango e mi odio per questo perchè le lacrime lavano il male, ma alcuni mi ammirano e vorrebbero essere come me. Altri mi odiano perché credono io non abbia cuore; pazienza.

So che la vita è una pillola amara, ma le pillole si prendono con l acqua e allora perché non metterci un po’ di zucchero? So che la gente piange per niente e io invece per niente rido.

Ho scoperto che l’amore ha rovinato molte vite. Gente col cuore a pezzi a vent’anni, occhi rossi e crepe fra le dita. E che senza amore non si può vivere. E allora vi dico di amare con saggezza, di non parcheggiare mai il cervello perché i sentimenti svaniscono ma il rimpianto è eterno, si appiccica alle costole e il cuore pesa più di una palla da bowling.

So che ho un’innocenza infantile e pericolosa, perché tutto e niente è ciò che ci si può aspettare da me. E so che questa innocenza abbatte piu muri di ogni tranello e malizia e vorrei saperla gestire con più giudizio.

So che sono curiosa, come pochi. E i cambiamenti li amo e mi spaventano e  mi trascino dietro persone cose dolori e amori che non esistono più perché sono morti, ma io mi tengo tutto stretto perché sono miei.

so che non credo nell’amore, e che ci sono cascata due volte. So che posso essere volontariamente molto stupida e involontariamente terribilmente stupida. Ma che il giudizio non mi manca  ma che evidentemente risiede nel mio stomaco, perchè funziona solo dopo mangiato. So che arrossisco davanti a un complimento di un’amica e prendo il sole in topless su una spiaggia affollata, perché il giudizio di una sola persona amata vale più di mille inchini.

so che la gelosia è una malattia e la strafottenza pure. E che l’unico modo giusto di amare è  svegliarsi con un piede diverso ogni giorno e percorrere ogni mattina un lato diverso del letto. Odio le sveglie, gli orologi e le clessidre, vivo ogni giorno come se dovessi morire domani ma non riesco a non immaginare un futuro di danze e scartoffie.

Sopravvivo a me stessa e vivo meglio di molti ma peggio di altri.

So che le scelte scartano altre scelte.  E se con i se e con i ma non si fa la storia,  neanche si possono proprio buttare.  Altrimenti da dove nascerebbero i sogni? So che la luna è  bella, e forse lo è perché è unica. Non è più interessante rincorrere una stella e domandarsi se esista tutt’ora sul serio? E quando la tocchi, scotterà?

So che soffro di vertigini e mi lancio senza remore da un’aereo. E se è vero che “mathematicians can not count” allora io vado a fare una bella immersione subacquea anche se non so nuotare. E ho paura degli squali anche quando l’acqua mi arriva solo alle ginocchia e poi vado in apnea per 45 minuti, quando sott’acqua non puoi gridare.

Adoro mangiare con le mani, scatenando a volte il panico fra gli astanti ma non riesco a leccare un gelato senza sentirmi osservata e violata. So di non essere bellissima né tanto meno intelligentissima, perciò ringrazio i miei piedi, che faticano tanto in questo cammino.

So che la donna di Vasco lascia tutto com’è.

Invidio i cani perchè sono fedeli. E i gatti che non sanno amare.

invidio chi vive di complimenti invece di sorridere al se stesso nello specchio.

specchi specchi specchi. Che voi siate maledetti. Spesso mi Sento riflessa in mille e altri mille specchi e non riesco ad afferrare la vera me in tutti quei riflessi. Mi sorridono tutte,  le mie facce, con quel sorriso da bimba e una ruga da donna.

vorrei essere più spericolata, e invece no. La saggezza e la paura  (che sono poi la stessa cosa) rendono solo più difficile il cammino. Mi amo sempre troppo tardi, solo adesso mi rendo conto di ciò che potevo fare a sedici anni e solo fra dieci anni mi renderò conto delle sciocchezze che sto scrivendo sdesso.

Annunci

One comment

  1. passoinindia · ottobre 10, 2015

    Bisogna credere nell’amore. Per il resto vai bene così..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...